Questo sito web usa i cookie

Il sito 2000sub.org utilizza cookie, anche di terze parti. Cliccando su Accetto o continuando la navigazione nel sito acconsenti all'uso di questi cookies.
Accetto
Informazioni

Manado - Nord Sulawesi, il magico regno di Lilliput

di Davide Riccardi
Gli ultimi anni hanno rappresentato per la subacquea mondiale la scoperta di nuovi ed interessanti siti di immersione. Tra le mete più ambite dai subacquei e fotografi di tutto il mondo il grande tratto di mare noto come Indo-Pacifico (o anche Mar dei Coralli) compreso tra Filippine, Indonesia, Papua Nuova Guinea ed Australia, è quello che sicuramente può offrire grandi soddisfazioni a chi lo visita.
Nel cuore di questa area geografica in terra Indonesiana è situata la città di Manado ubicata a Nord Sulawesi.
Massimo Boyer e Paola Bearzi, due amici e biologi Savonesi, vivono ormai da anni a Manado e durante i nostri incontri in Italia ho sempre sentito parlare da loro di una straordinaria vita sottomarina che ho voluto scoprire.
Di fronte a Manado si trovano 5 piccole isole vulcaniche costituenti il Parco marino di Bunaken. Le isole sono: Bunaken, Manado Tua, Manteaghe, Siladen e Nain. L'arcipelago di Bunaken è parco nazionale marino dal 1992, e le sue acque sono ricchissime di vita. Le caratteristiche principali sono: una barriera corallina straordinariamente ben conservata e una elevatissima diversità biologica (vale a dire un alto numero di specie diverse concentrate nella stessa area) che ne fanno una delle aree più interessanti del mondo per il subacqueo. macrofotografia a Manado Immergersi nelle acque di Manado è fantastico, soprattutto per chi ama osservare le piccole cose. Le immersioni sono quasi tutte in pareti verticali che sprofondano nel blu a quote vertiginose. Le barriere coralline sono stupende nella loro varietà di colori e di specie (sono state contate più di 3000 specie di pesci tropicali e oltre 150 tipi di corallo). Nudibranchi di mille fogge, spugne e crinoidi variopinti incorniciano rocce ed anfratti già nei primissimi metri. E' uno spettacolo osservare questa meraviglia lasciandosi trasportare a pelo dell'acqua come sospesi dalla corrente vigorosa dell'isola di Siladen. Una corrente talmente forte da non poter essere contrastata, ma che d'improvviso si calma alla confluenza con la corrente proveniente dal lato opposto dell'isola.
Le emozioni sono forti in questi mari, le abitano squali, serpenti marini, pesci pietra, orche e balene. Ma la vera ricchezza noi l'abbiamo trovata nell'infinitamente piccolo. Gamberetti, gobidi, granchi, pesci pagliaccio, pesci di barriera: soggetti magnifici per i fotografi più esigenti. macrofotografia a Manado Le prime isole dell'arcipelago di Bunaken si raggiungono in circa 40 minuti di navigazione da Manado, mentre per le isole di Nain e Monteaghe ci vogliono quasi due ore. In queste isole si può pranzare: pesce alla griglia, verdure, frutta. La gente è molto accogliente, abitano piccole capanne immerse nella vegetazione equatoriale, gli approdi sono mozza fiato con la loro sabbia bianchissima e foreste di mangrovie a proteggerli dal mare.

I punti di immersione sono numerosissimi. Il Celebes Divers, gestito da Massimo Boyer e Paola Bearzi, dispone di tre barche di varie grandezze. Le bombole sono le classiche da 12 litri in alluminio con attacco INT, mentre chi desidera l'attacco DIN può disporre di bombole da 10 litri. Le guide sono esperte e disponibili.

Un cenno particolare merita la zona di Lembeh. E' un canale situato sul lato opposto della penisola di Sulawesi ed è noto ai più esperti per la sua strabiliante varietà di fauna marina. Qui non si trovano grandi panorami o enormi gorgonie. Lembeh è piuttosto la "terra di Lilliput", che l'obiettivo di una macchina fotografica può carpire per creare capolavori di magici incontri. macrofotografia a Manado
Manado, capoluogo della regione di Sulawesi Utara (nord), è il punto di partenza ideale per chi voglia immergersi nelle acque di Bunaken. La zona offre molte piacevoli escursioni: laghi, vulcani, sorgenti termali, risaie, resti di antiche civiltà e il parco nazionale di Tangkoko-Batuangus, con la foresta primaria e alcune specie esclusive di Sulawesi (il tarsio spettro, il macaco nero). La città non è particolarmente attraente ma vi sono diversi hotel, molti ottimi ristoranti dove è possibile gustare specialità delle cucine Minahasa (locale), Padang (da Sumatra), Cinese, Messicana, ed alcuni locali notturni.
È possibile anche alloggiare sull'isola di Bunaken, in cottages a dire il vero un po' spartani. Si tratta di capanne di legno senza acqua corrente. I servizi igienici sono ancora costituiti dal mandi, una vasca che viene riempita regolarmente di acqua dolce, dalla quale si raccoglie con un mestolo l'acqua per lavarsi alla maniera indonesiana.
Manado è raggiungibile in aereo via Singapore (2 voli alla settimana), via Davao (Filippine, 2 voli alla settimana), via Jakarta o Denpasar (Bali) con voli giornalieri.

CLIMA

A Manado la temperatura media annua è di circa 25-26 °C con picchi più alti in certi periodi dell'anno attenuati da frequenti rovesci. Il clima è tipicamente tropicale, per cui si alterna una stagione delle piogge che va da novembre a marzo, ed una stagione secca compresa tra maggio ed ottobre. Il clima è comunque equatoriale, caldo umido, con cambiamenti repentini: nello spazio di poche ore si passa dal sereno ad un acquazzone violento e di nuovo al sereno.

IMMERSIONI

È possibile fare immersioni durante tutto l'anno. Il tratto di mare tra Manado e le isole Bunaken è piuttosto riparato e le mareggiate sono assai rare. Il mare di Celebes è ricchissimo di plancton, per cui la visibilità in alcuni giorni e in alcuni periodi dell'anno non è eccezionale, anche se difficilmente scende al di sotto dei venti metri. La temperatura dell'acqua oscilla tra 27 e 29°C., quindi basta una muta leggerissima anche senza cappuccio. La corrente può essere forte, ma normalmente ha direzione parallela alla barriera per cui l'immersione, anche se impegnativa, non è mai pericolosa.
Il paesaggio sommerso è caratterizzato da pendenze molto accentuate. Molte pareti verticali sono in apparenza senza fondo, completamente coperte di gorgonie, spugne giganti, ascidie multicolori. La parte più vicina alla superficie è ricoperta di coralli duri, di molte specie diverse, che si accrescono gli uni sugli altri. Nel parco di Bunaken vivono più di 2000 specie di pesci.
In tutti i punti di immersione (oltre 30) è possibile immergersi secondo profili personalizzati, a seconda del livello di esperienza e preparazione di ciascun subacqueo.

LA LINGUA

La lingua ufficiale è il Bahasa indonesiano. L'inglese è comunque molto diffuso.

LA VALUTA

La valuta, in corso di validità, è la Rupia Indonesiana. Sia i Dollari USA sia l'Euro vengono facilmente cambiati presso le banche, i cambi autorizzati e gli hotel (in questi ultimi il cambio è meno favorevole). Le carte di credito sono generalmente accettate nei centri turistici e consentono prelievi di contante presso alcune banche.

PRECAUZIONI SANITARIE

I dati in possesso dell'Organizzazione Mondiale della Sanità indicano tutta la zona di Sulawesi come "zona a rischio malaria". Quasi tutti i tour operator scrivono comunque nei loro opuscoli che non è necessaria la profilassi. E' consigliabile portare dall'Italia farmaci di prima necessità quali anti influenzali e prodotti contro le infezioni intestinali. Da non dimenticare creme solari protettive.

FORMALITA' DI INGRESSO

L'aeroporto di Manado e piccolo ma pulito e carino.
Passaporto: per entrare in Indonesia è indispensabile essere in possesso del Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di ingresso in Indonesia. I minori possono essere registrati sul passaporto dei genitori, fino al compimento del 16° anno di vita; oltre tale età dovranno essere muniti di documento proprio. Al compimento del 10° anno di età diventa obbligatoria la foto del minore sul passaporto dei genitori.
Visto: ai cittadini italiani viene rilasciato, alla frontiera, un visto turistico dalla validità di 30 giorni non rinnovabile, al costo di 25 Dollari USA.
Patente: per l'utilizzo di vetture sul posto è indispensabile essere in possesso della Patente Internazionale (modello convenzione di Ginevra 1949 oppure Vienna 1968), richiedibile agli uffici della Motorizzazione della vostra zona o presso una scuola guida di fiducia (in questo caso il costo sarà, generalmente, maggiorato dalle spese di agenzia).

ELETTRICITA'

220 volts, salvo alcuni villaggi raggiunti solo dalla 110 volts. Le spine sono prive della presa di terra (centrale) e sono quasi tutte del tipo tedesco (schuko).

TELEFONO

Prefisso telefonico da comporre per chiamare dall’Italia in Indonesia 0062. Prefisso telefonico da comporre per chiamare dall’Indonesia all’Italia 0039. La copertura della rete GSM è piuttosto buona e in continua espansione. Si potrà chiamare anche da uffici telefonici pubblici e da agenzie di telecomunicazioni private.

FUSO ORARIO

Sette ore in più rispetto all'Italia. Le giornate all'equatore sono costanti in tutto il periodo dell'anno. L'alba è alle sei del mattino. Il tramonto alle sei del pomeriggio.

CUCINA

La cucina è indonesiana è a base di riso accompagnato da carne (anche di maiale), pollo, pesce, salsine speziate e a volte molto piccanti.
Negli alberghi si trovano quasi sempre pietanze di tipo internazionale.
Attenzione all'acqua dei rubinetti. Consiglio di bere sempre e solo acqua minerale da bottiglie sigillate ed evitare bibite con ghiaccio, non mangiare verdura cruda e sbucciare la frutta, prestare attenzione ai frutti di mare.
L'Indonesia è la terra della frutta, sempre buonissima ed abbondante.

ABBIGLIAMENTO

A Manado fa davvero caldo tutto l'anno.
Sono consigliati abiti leggeri pratici e sportivi, possibilmente di cotone, scarpe e ciabatte comode. Non bisogna assolutamente dimenticare gli occhiali da sole (la luce solare è fortissima), creme protettive, una cerata per le giornate di pioggia ed una felpa per chi vuole fare escursioni sulle montagne all'interno di Celebes. Se intendete recarvi in visita ai templi è costume annodare intorno alla vita una fascia di stoffa, in segno di rispetto, e non sovrastare gli oggetti sacri, i fedeli in preghiera e i sacerdoti. Portate quindi con voi qualcosa di utile in tal senso.