Questo sito web usa i cookie

Il sito 2000sub.org utilizza cookie, anche di terze parti. Cliccando su Accetto o continuando la navigazione nel sito acconsenti all'uso di questi cookies.
Accetto
Informazioni

Immersioni alle isole Daymaniyat, Sultanato di Oman, Aprile 2014

Video di Andrea Lughi
A pochi chilometri dall'aeroporto internazionale di As Seeb, a quasi 40 da Muscat, capitale dell'Oman, sultanato situato all'estremità orientale della penisola arabica, si trovano le isole Daymaniyat, piccolo paradiso marittimo-terrestre. E' soltanto un piccolo arcipelago, costituito da tre gruppi di isole (Western Islands, Central Islands ed Eastern Islands) ed isolotti disabitati , ma che costituisce una riserva marina come poche altre al mondo.
Il parco marino ha una barriera corallina che si estende ad una profondità sino a 20 metri caratterizzato da un brulicare di vita (e di vite) davvero unico, rendendolo uno dei siti di immersione più belli della regione. Si contano più di 85 specie di coralli, sia duri che molli, come acropore, corallo nero, alcionari e corallo cuoio, e 900 specie di pesci, dal pesce di barriera a quello pelagico, dal pesce pappagallo a quello unicorno. Ma la popolazione ittica di queste acque è così ricca e variegata che non di rado vengono scoperte specie non precedentemente identificate.
Nel mare omanita è molto frequente il particolare fenomeno dell'"upwelling", ossia movimenti di acqua in grado di portare in superficie acque ricche di nutrienti e di favorire la produttività biologica, per cui la visibilità dell'acqua può variare da un giorno all'altro rendendola meno cristallina del solito.